I richiami dei Luì (Phylloscopus sp.)

Spesso per arrivare ad una corretta identificazione di specie estremamente elusive e molto attive che si celano all’interno della vegetazione il metodo più efficace è il riconoscimento del canto o del richiamo. Soprattutto nei periodi delle migrazioni le specie emettono semplici richiami a volte molto simili tra loro.

Ho provato a confrontare quelli di 4 specie di Luì (Phylloscopus sp.) sperando così di dare una chiave di lettura in più all’identificazione sul campo. I sonogrammi possono risultarci molto utili per memorizzare le differenze in quanto, come si nota nelle figure, l’andamento è tipico per ogni specie.

 

Il richiamo del Luì bianco è caratterizzato da un picco e da una breve ricaduta (come evidenziato con la linea rossa).

 
Luì bianco. Linosa, aprile 2009. Foto Igor Maiorano EBN Italia

Quello del Luì grosso è abbastanza simile al Luì bianco ma con andamento rettilineo ed con un breve accento al termine.


Luì grosso. Linosa, aprile 2009. Foto Igor Maiorano EBN Italia

Il richiamo del Luì piccolo invece si "impenna" subito verso l’alto dando al verso, breve e secco, un’inconfondibile caratteristica.

 
Luì piccolo. Aprile 2011. Foto Giovanni Rossi EBN Italia

Per finire ho analizzato il richiamo del Luì verde, anche questo presenta una caratteristica tipica. Come si può notare dal sonogramma il suo andamento è discendente e questo da una nota di “tristezza” al periodo.

 
Luì verde. Pantelleria maggio 2010 foto Igor Maiorano EBN Italia
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi