Tra nebbie dell’Orco

 MERLO ACQUAIOLO E 4 PIRO PIRO CULBIANCHI TRA LE NEBBIE DELL’ORCO


Sotto il saliceto alla confluenza dell’Orco con il Po

Baldanzosi nonostante la meravigliosa mattina di… nebbia, ci siam ritrovati in quindici in quel di San Mauro per l’uscita mensile di Torino Birdwatching. Per l’occasione abbiamo addirittura rispolverato un Paolo Papini in gran forma dopo lunga latitanza! Dopo iniziale conciliabolo per decidere se mantenere il programma o cambiarlo a causa della nebbia (proposte alternative: montagna, collina, bar…) decidiamo di non cambiare meta e ci dirigiamo verso la confluenza Orco-Malone. In zona la nebbia era sparita e quindi parcheggiamo vicino all’Orco e scendendo verso il fiume subito piazziamo un bel colpo: 1 MERLO ACQUAIOLO che fugge verso i piloni del ponte passando sull’acqua come un Martin pescatore.

Esploriamo il greto dell’Orco fino alla confluenza e avvistiamo:

Ballerina gialla, martin pescatore, gabbiano comune, PIRO PIRO CULBIANCO 4, piro piro piccolo,pavoncella 5, spioncello, gabbiano reale, allodola, garzetta, airone bianco maggiore 2, fringuello, migliarino di palude, scricciolo, passera scopaiola, taccola. Interessante il comportamento di una ventina di cornacchie grigie che assieme alle taccole utilizzano l’alveo sassoso dell’Orco per aprire le noci che raccolgono nel campo vicino.

Verso la confluenza dove però la nebbia scende impietosa su di noi: avvistiamo solo alcuni cormorani e una ventina di alzavole.


Roost di alcune centinaia di Gabbiani comuni: si spera sempre che in mezzo a loro si possa scoprire la rarità… per ora sempre invano!

Ci spostiamo quindi a San Mauro dove la nebbia si dissipa e splende il sole. Sul lungo Po vediamo un migliaio circa di gabbiani comuni e molti gabbiani reali di tutte le età (ma nessun gabbiano particolare). Anche alcune alzavole, cormorani e aironi cenerini. Dopo pranzo ci spostiamo alla confluenza, lato galoppatoio militare. Oltre all’allegro gruppo familiare con barbecue vediamo poche morette e alcune decine di moriglioni, svasso maggiore, mentre nella zona a prato di fianco al Meisino sentiamo il rampichino e vediamo un bel maschio di GHEPPIO.

Poi i pochi reduci compreso Dario Di Noia ci facciamo un giro a Villaretto. Il primo avvistamento è… Della Toffola che a quanto pare ci pedina visto che l’avevamo appena incontrato alla confluenza… Nei campi presenti 7 ZAFFERANI (5 Ad e 2 Juv), inoltre 1 sparviere, 5 allodole, una decina di pispole, 1 gheppio e 1 poiana. In più una meravigliosa scena ultra-comica in mezzo a un gruppo di mucche che ci sono passate attorno alla macchina, alcune troppo confidenti da scambiarla per un grattatoio… In tutto 46 specie contattate anche se solo 3 di Laridi.

Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *